MONTI ERNICI
M. GINEPRO, M. CAPPELLO, M. BRECCIARO, MONTE DEL PASSEGGIO E PIZZO DETA da Rendinara. Ritorno per il Vallone del Rio
Rendinara (Cesa Vettuni, q. 920m) - Fonte Pretestrette - Bosco Morrone Alto - La Fontanella - La Lota - M. La Lota (1930m) - Monte Ginepro (2004m)
- M. Cappello (1981m) - M. Brecciaro (1885m) - M. Del Passeggio (2064m) - Pizzo Deta (2041m) -
Comba (Anfiteatro) superiore del Vallone Peschiomacello - Sella Pratillo/Rava della Guardia - Sansone - Vallone del Rio - Rifugio Fracassi - Rendinara.

(2 Luglio 2020)
L'idea iniziale era tornare sul Pizzo Deta, come sempre risalendo il Vallone del Peschiomacello da Roccavivi, ma lasciando un'auto a Rendinara per tornare dal Vallone del Rio: poi cambiamo idea un paio di volte e alla fine mi faccio convincere da Francesca a fare questo bell'anello partendo da Rendinara, salendo all'imbocco del Vallone del Rio che però subito lasciamo per perdere la traccia nel bosco (Morrone Alto) e salire sul ripido fino a ritrovare il sentiero 629 verso "la Fontanella", poco sotto il passo "La Lota", posto presso la quota trigonometrica 1930m (Monte La Lota). Da lì è tutto o quasi sul filo di cresta, sotto gli occhi di numerosi grifoni che volteggiano più o meno alti, passando per varie panoramiche cime fino a scendere nella sella sotto al M. del Passeggio, lungo il confine Lazio-Abruzzo (sentiero 611), e risalire quindi alla cima Q. 2064 (la vetta più alta del gruppo degli Ernici). Infine Pizzo Deta (la prima volta che non ci arrivo dal Peschiomacello). Nel Peschiomacello però scendiamo traversando in alto l'anfiteatro superiore, diretti alla sella Pratillo-Rava della Guardia, da dove scendiamo per lungo sentiero (n. 625) nel bel Vallone del Rio.





Grifoni













 
















Fotografie di Francesco Raffaele

H O M E